"Il Fuoco in azienda e nella vita"
Il valore della "camminata sul fuoco" per l'uomo che vive, lavora e ama è un atto virtuoso dedicato al Sé e al senso della propria vita nel rispetto dei propri talenti e dei propri intenti.

Approfondisci

Cos è?

La camminata sul fuoco è un rituale sacro che porta a infrangere i limiti imposti dalla mente e a ritrovare la connessione con il proprio potere personale. Aprendo la mente a una nuova visione, questa esperienza si riflette nella vita quotidiana, dove permette di superare anche le paure più radicate e raggiungere obiettivi comunemente ritenuti irrealizzabili.

La camminata sul fuoco è generalmente preceduta da un lavoro che ha l'obiettivo di fare emergere i pensieri che bloccano il libero fluire della propria vita. Queste credenze limitanti vengono affidate alla capacità di purificazione del fuoco e al potere di un'esperienza che simboleggia il superamento di ostacoli apparentemente insormontabili.

Perché fare l'esperienza?

Il Firewalking permette di esplorare le proprie capacità e ritrovare potenzialità nascoste. Chi lo pratica impara a rimanere centrato sui propri obiettivi e superare paure profonde anche nelle situazioni più difficili.

Le origini

La camminata sul fuoco è un rituale sacro diffuso in tutte le etnie. Pur differenziandosi per modalità e scopi, era conosciuto in Tibet, isole Hawai e Fiji, India, Sri Lanka, Cina, Giappone e Argentina.

Il Firewalking è stato introdotto come strumento di crescita personale da Peggy Dylan, che dedica la sua vita allo sviluppo e all'esplorazione dei principi della consapevolezza umana.

Obiettivi

  • imparare a prendere decisioni e a formulare obiettivi
  • vincere le sfide che la vita ti pone
  • creare velocemente uno stato di sicurezza e motivazione
  • accedere alle risorse inconsce e utilizzarle
  • affrontare e trasformare le paure in opportunità di crescita
  • superare i propri limiti ed accrescere la fiducia in se stessi
  • godere della presenza e del supporto delle persone vicine